11 aprile 2017 | #Life #Iris | “Cambiamenti climatici e industria”
21 Marzo 2017
20 aprile 2017 | #Life #Iris | Cool Materials
2 Aprile 2017

La città industriale contemporanea | 31 marzo – 1 giugno 2017

La città industriale contemporanea. Modena e le architetture della produzione nel Secondo Novecento

31 marzo – 1 giugno 2017  clicca qui per info

La mostra dal titolo La città industriale contemporanea. Modena e le architetture della produzione nel Secondo Novecento costituisce un nuovo esito del percorso di ricerca sulla città industriale iniziato a partire dal 2014 dall’Ufficio Storia urbana del Comune di Modena e della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e della precedente esposizione Città e architetture industriali nei disegni dell’Archivio Storico Comunale.

La mostra ideata e promossa dall’Archivio Storico del Comune di Modena e dall’Ufficio Ricerche e Documentazione sulla storia urbana, con la collaborazione dell’Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, del Consorzio Attività Produttive Aree e Servizi e dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Modena, intende restituire l’immagine di un patrimonio a volte dimenticato (perché abbandonato o demolito), in certi casi bisognoso di un ripensamento progettuale e in larga parte ancora presente, ma che, ad eccezione di alcuni casi esemplari, stenta a mostrarsi e ad essere riconosciuto come parte fondamentale non solo dello sviluppo urbano ma anche della costruzione dell’identità della città.

La mostra, accompagnata da un filmato: Città contemporanea, città industriale, prodotto con il contributo del Consorzio Attività produttive e servizi, attraverso immagini storiche, riprese realizzate con droni e interviste a protagonisti del mondo della impresa, permette di comprendere la radicale mutazione culturale, economica e sociale che avviene a partire dal secondo dopoguerra ad oggi, offrendo una visione complessiva della grande trasformazione dello spazio urbano segnato dagli edifici della produzione e del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *